Carabiniere ucciso, Elder Lee procurò danni celebrali ad un compagno

Carabiniere ucciso, Elder Lee procurò danni celebrali ad un compagno

Elder Lee Finnegan, ritenuto responsabile della morte del carabiniere Mario Cerciello Rega. Il ragazzo, all’età di 16 anni avrebbe provocato gravi danni celebrali ad un suo compagno di squadra, per una presunta lite per una ragazza.

Elder Lee danni celebrali ad un compagno

All’epoca dei fatti Elder Lee, aveva 16 anni e frequentava la rinomatissima Scuola del Sacro cuore di San Francisco. Il ragazzo giocava a football e da quanto emerge dai media locali, in seguito ad una violenta rissa colpì a pugni un suo compagno di squadra mandandolo in ospedale per diverse settimane.

Una ragazza che frequentava la stessa scuola di Elder ha riferito in un’intervista che il presunto omicida era conosciuto come “uno che beveva troppo e faceva casino”. La lite in questione secondo quanto detto dalla ragazza sarebbe scoppiata per motivi amorosi, in quanto il “tema”principale era una ragazza. Durante una festa avvenuta il 29 ottobre del 2016 nel parco Stern Grove, celebre ritrovo per ragazzi in cerca di divertimento, Elder Lee Finnegan ha letteralmente massacrato il suo compagno. La vittima rimase in ospedale per alcune settimane, con il rischio di gravi danni celebrali. Successivamente, si diplomò nell’Istituto del Sacro cuore, mentre Elder proseguì gli studi da un’altra parte. Essendo informazioni confidenziali, non è possibile sapere con certezza se Elder fu espulso dalla scuola per questo motivo o cambiò per altre ragioni. L’unica certezza è che il presunto killer, venne arrestato con l’accusa di percosse e che il suo caso venne trattato da un tribunale per i minori.

Le parole dello zio di Elder

A smentire l’intervista della ragazza conoscente di Elder e le fonti dei media di San Francisco, è intervenuto lo zio di Elder, Sean. L’uomo è il portavoce della famiglia: “I ragazzi si erano dati appuntamento per la rissa, molti compagni di squadra lo sapevano e li aizzavano. Conosco Finn da una vita e non l’ho mai visto violento e non l’ho mai visto perdere la testa. Elder lasciò l’Istituto perché suo padre ha lasciato San Francisco per Mill Valley”.