Carabiniere ucciso, Fratoianni: benda all'assassino infanga divisa

Pol/Bar

Roma, 28 lug. (askanews) - "Chi ha messo la benda sugli occhi dell'assassino (il cittadino statunitense per ora sospettato per l'omicidio di Cerciello Rega, ndr) del vicebrigadiere e chi ha fotografato quest'orribile scena non certo degna di uno Stato serio e democratico, non ha fatto un bel servizio alla giustizia, ha infangato la propria divisa, ha oltraggiato la memoria di chi è stato ucciso, e forse ha pure danneggiato le indagini". Lo ha affermato in una nota Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana.

"Sono certo - ha proseguito - che i vertici dell'Arma e i magistrati sapranno come agire con tempestività ed efficacia in questo caso, e anche per evitarne altri del genere in futuro".

"Chi invece, come al solito, ha agito in modo irresponsabile è l'attuale ministro dell'interno che continua a diffondere odio insieme ai suoi collaboratori e che continua a non garantire la sicurezza dei cittadini. E come lui, tutti quei politicanti come la Meloni, che pur di raccattare qualche voto in più, non esitano a copiarlo - ha concluso Fratoianni - e anzi a superare la sua indecenza, scrivendo e dicendo cose ancora più indecenti."