Carabiniere ucciso, indagato da procura militare collega Cerciello

Nav

Roma, 9 set. (askanews) - E' indagato dalla Procura militare il carabiniere Andrea Varriale che era insieme con Mario Cerciello Rega la notte del 26 luglio quando fu ucciso il vicebrigadiere dell'Arma. Il reato ipotizzato è quello previsto dall'articolo 120 del codice penale militare di pace, che riguarda la violata consegna da parte di militare di guardia o di servizio. Il fatto riguarda il mancato uso dell'arma di servizio la sera della tragedia. La formalizzazione dell'accusa - secondo quanto si è appreso - è un atto dovuto. I legali di Varriale hanno ricevuto proprio in queste ore la notifica da parte degli uffici. Per l'omicidio di Mario Cerciello Rega sono in carcere i due giovani statunitensi Christian Gabriel Natale Hjort e Finningan Lee Elder.