Carabiniere ucciso, la moglie: "Gli ho chiuso gli occhi e gli ho dato un bacio"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Rosa Maria Esilio, vedova di Mario Cerciello Rega (Andreas Solaro/Pool via AP)
Rosa Maria Esilio, vedova di Mario Cerciello Rega (Andreas Solaro/Pool via AP)

Rosa Maria Esilio, vedova del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega ed ascoltata come testimone nel processo per l'omicidio del marito, avvenuto a Roma nel luglio 2019, che vede come principali imputati gli americani Finnegan Lee Elder e Gabriele Natale Hjorth, ha parlato davanti ai giudici della sua storia d’amore con la vittima.

VIDEO - Carabiniere ucciso, pm: Cerciello aveva dimenticato la pistola

La donna in particolare ha raccontato del giorno in cui gli ha dato l’ultimo saluto: "Ricordo mio marito su un lettino d'ospedale con un coperta sul corpo. Gli ho chiuso gli occhi e gli ho dato l'ultimo bacio".

"Sono rimasta con la testa poggiata sul suo petto come quando ci addormentavamo. Mi aveva promesso che la domenica successiva mi avrebbe portato al mare, ma lo hanno ucciso", ha detto.

VIDEO - Foto dell'americano bendato sui media Usa: "Scioccante"