Carabiniere ucciso, legale: Hjorth è giovane e molto provato

Nav

Roma, 1 ago. (askanews) - "E' un ragazzo giovane ed è molto molto provato. Suo papà è venuto ieri e tornerà nei prossimi giorni a parlarci". Lo ha detto l'avvocato Fabio Alonzi, uno dei legali di Christian Gabriel Natale Hjorth, il 19enne americano accusato di concorso in omicidio per la morte del vicebrigadiere dei carabinieri, Mario Cerciello Rega. "Stiamo valutando se fare istanza al tribunale del Riesame", ha aggiunto Alonzi lasciando il carcere romano di Regina Coeli.