Carabiniere ucciso, Varriale a centrale: ci hanno accoltellato

Nav

Roma, 6 set. (askanews) - "Ci hanno preso a coltellate 'sti bastardi". Così dice il carabiniere Andrea Varriale in una telefonata alle 3.22 del 26 luglio alla Centrale Operativa subito dopo l'omicidio del collega Mario Cerciello Rega, ucciso con 11 coltellate dall'americano Finningan Lee Elder, che si trovava col suo amico Christian Gabriel Natale Hjort, a pochi metri da piazza Cavour a Roma. Ecco la telefonata contenuta nell'informativa dei carabinieri depositata agli atti. Andrea Varriale: "Vittorio?". Centrale Operativa: "Si…!!". Varriale: (bestemmia) c'hanno preso a coltellate 'sti bastardi". Centrale Operativa: "Ma quelli lì che hai fermato?". Varriale: "Li abbiamo fermati, c'hanno acco…". Centrale Operativa: "Eh, ma dimmelo che li hai fermati no!! Ti mando qualcuno!!". Varriale: "Ma che ho fermato che appena li abbiamo fermati c'hanno accoltellato!!". Centrale Operativa: "Ma come sei arrivato a via Cicerone da piazza Trilussa?". Varriale: "Eh perché l'appuntamento non era lì, era da un'altra parte". Centrale Operativa: "Eh ma dimmelo, chiamami no, ti faccio avvicinare una macchina lì vicino!! Vabbè ma come state?". Varriale: "Mario sta perdendo un sacco di sangue, ci serve l'ambulanza, Via Pietro Cossa".