Carabiniere ucciso, Viminale e ministero difesa parte civile

Nav

Roma, 26 feb. (askanews) - Il ministero dell'Interno e quello della Difesa saranno parte civile nel processo per l'omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega. Sotto accusa, per omicidio aggravato e tentata estorsione, ci sono i due statunitensi Finnegan Lee Elder e Gabriel Christian Natale Hjorth.

La I Corte d'Assise di Roma ha ammesso come parte civile anche la vedova e alcuni familiari della vittima, il collega Andrea Varriale, che accompagnava Cerciello la notte dell'omicidio; l'Associazione vittime del dovere, e Sergio Brugiatelli in quanto vittima della tentata estorsione messa in atto dai due imputati.