Carabinieri: gelosia tra ex coniugi da non escludere come movente

featured 1618877
featured 1618877

Milano, 14 giu. (askanews) – “Tra gli aspetti da approfondire c’è il rapporto tra gli ex coniugi, fra l’indagata e l’ex convivente, i quali sembrebbero aver ricostruito una propria vita sentimentale. Non può escludersi che il movente possa ricercarsi in questo tipio di gelosie e dinamiche tra ex conviventi”. Lo ha dichiarato il comandante provinciale dei carabinieri di Catania, Rino Coppola, a margine della Conferenza stampa delle autorità sull’omicidio della piccola Elena Del Pozzo, 5 anni, ad opera della mamma, Martina Patti, 23. La donna è in stato di fermo per omicidio premeditato e pluriaggravato.

“In sede di interrogatorio la signora non ha specificato il movente”, ha aggiunto Coppola. “Non ha fornito alcun tipo di risposta. Durante l’interrogatorio la signora ha asserito di non ricordare determinati aspetti”.

“Ci sono ancora delle indagini in corso. Non è stato ancora effettuato il sopralluogo tecnico all’interno dell’abitazione. Le investigazioni scientifiche verranno svolte nei prossimi giorni”, ha concluso il comandante dei carabinieri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli