Carabinieri recuperano opere sacre rubate in chiesa del Piacentino

Red-Alp

Milano, 19 feb. (askanews) - I carabinieri di Venezia, coordinati dalla procura di Pavia, hanno individuato e recuperato alcune opere d'arte sacra che erano state trafugate presumibilmente tra il 28 febbraio e il 3 marzo 2013 dalla Chiesa di Sant'Ilario Vescovo nella frazione Rallio di Montechiaro di Rivergaro, nel Piacentino. Lo ha riferito l'Arma che ha denunciato una persona per ricettazione, spiegando che si tratta di un crocifisso in legno legno dipinto di uno scultore emiliano del XVIII-XIX secolo, di due cornici in legno intagliato di bottega piacentina del XVIII secoli e sei candelieri in legno scolpito e argentato realizzati tra il XVIII e il XIX secolo. Le preziose sculture sono state riconosciute grazie alla banca dati dei beni culturali rubati, la più grande al mondo, gestita dai carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio culturale.

I militari hanno spiegato che dopo il furto e la ricettazione, le opere d'arte erano state esportate all'estero e messe in vendita in una nota fiera inglese dedicata all'antiquariato. A seguito di ulteriori compravendite, i pezzi erano stati reintrodotti sul mercato italiano, dove sono stati individuati e recuperati presso ignari collezionisti nelle province di Venezia, Milano e Pavia. I beni recuperati sono stati riconosciuti dal legittimo proprietario a cui sono stati poi restituiti.