Carburanti, sulla rete giornata di quiete

webinfo@adnkronos.com

Giornata di quiete sulla rete carburanti italiana. Le compagnie tengono infatti fermi i prezzi raccomandati, mentre le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo alla chiusura di ieri risultano in aumento, soprattutto per il gasolio. Q rilevarlo è Quotidiano Energia sottolineando che passando ai prezzi praticati sul territorio, non si registrano variazioni di rilievo.  

In base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è a 1,593 euro al litro, con i diversi marchi che vanno da 1,593 a 1,605 euro/litro (no logo 1,576). Il prezzo medio praticato del diesel è invece a 1,488 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,487 a 1,500 euro/litro (no logo 1,474). 

Quanto al servito, per la verde il prezzo medio praticato è a 1,733 euro/litro, con gli impianti che vanno da 1,695 a 1,800 euro/litro (no logo 1,627), mentre per il diesel la media è di 1,630 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie compresi tra 1,598 e 1,706 euro/litro (no logo 1,524). Infine, il Gpl va da 0,628 a 0,649 (no logo 0,624).