In carcere dopo 12 anni per una dimenticanza dell'avvocato

·1 minuto per la lettura
(Photo: Hans Neleman via Getty Images)
(Photo: Hans Neleman via Getty Images)

Un uomo di 54 anni è finito in carcere dodici anni dopo essere stato fermato mentre guidava ed era risultato positivo all’alcol test, a Carate Brianza (Monza).
L’avvocato si era dimenticato di chiedere la sospensione della pena.

Sabato sera i carabinieri gli hanno notificato il provvedimento di esecuzione mentre era in un bar di Giussano (Monza). Stupefatto, quando i militari lo hanno accompagnato in caserma, ha appreso di essere destinato ad espiare 6 mesi di reclusione, oltre a 3 mila euro di multa, dato che nessuno aveva mai avanzato alcuna richiesta di sospensione della pena, il suo avvocato se ne era evidentemente dimenticato. Così ha dovuto seguire i carabinieri in carcere, a Monza.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli