Carceri, Bonafede: le parole di Mattarella ci indicano la direzione -2-

Red/Gtu

Roma, 23 mar. (askanews) - "Le parole del presidente della Repubblica - aggiunge Bonafede - sottolineano anche un importante fenomeno che si sta verificando nelle carceri italiane: nonostante le difficilissime condizioni, i detenuti che tengono a rispettare le regole interne al carcere, non vengono meno a gesti di solidarietà nei confronti della collettività".

"Dalla colletta delle detenute venete e cagliaritane per gli ospedali - spiega il Guardasigilli - alla riconversione nella produzione di gel igienizzante per le mani dei laboratori che producevano saponi; dai messaggi di solidarietà affissi all'esterno dalle detenute di Pozzuoli e da quelli di Sulmona fino alle disponibilità a donare sangue offerte da San Vittore, Aversa, Poggioreale, Palermo. Sono solo alcuni dei tanti esempi che si stanno moltiplicando in tutta Italia". Inoltre, conclude il ministro della Giustizia: "Stiamo aumentando la possibilità di contatti a distanza fra i detenuti e i loro cari in un momento così denso di preoccupazione".