Carceri, Conams: timori per nuove norme su direttori-comandanti -2-

Re/Cro(Bla

Roma, 18 nov. (askanews) - Il Coordinamento esprime tuttavia preoccupazione in merito alle disposizioni finalizzate a mutare il rapporto tra i direttori degli istituti e i comandanti di reparto (che abbiano la qualifica di 'primo dirigente') da gerarchico a soltanto funzionale, attribuendo la gestione della sicurezza unicamente al Comandante primo dirigente, così rischiando di alterare gli equilibri stabiliti nell'ordinamento penitenziario, che vuole nel direttore la figura di coordinamento di tutte le aree operative all'interno dell'istituto.

Sembrano particolarmente critiche le disposizioni volte ad assegnare al Comandante di reparto le decisioni relative all'assegnazione, consegna e impiego dell'armamento individuale e di reparto, che incidono direttamente sulla legge penitenziaria (art. 41 co. 5) e sul regolamento di esecuzione (art. 2 co. 1), disposizioni che paiono esorbitare dagli obbiettivi di mera riorganizzazione perseguiti.

(Segue)