Carceri, detenuto 24enne si suicida a Regina Coeli

webinfo@adnkronos.com

Un detenuto albanese di 24 anni si è suicidato ieri mattina nel carcere di Regina Coeli, a Roma. La notizia è stata diffusa su Twitter da Radiocarcere, rubrica di Radio Radicale, e confermata dal sindacato di polizia penitenziaria Sappe. In base a una prima ricostruzione dell'accaduto, il giovane ha chiesto agli altri detenuti con i quali condivide la cella di poter restare solo: si è chiuso nella cella, poi ha formato un cappio che ha legato intorno al collo utilizzando delle lenzuola bagnate. "Quando c'è un suicidio o una morte in carcere per noi e per lo Stato è una sconfitta, ma non dobbiamo dimenticare che la polizia penitenziaria salva decine di morti ogni giorno in tutti gli istituti di pena. Questo però non viene messo in risalto. Siamo sotto di 4mila uomini per poter gestire la sicurezza al meglio", il commento all'Adnkronos di Donato Capece, segretario generale del Sappe.