Carceri, Garante nazionale: a Poggioreale condizioni inumane

Psc

Napoli, 21 ago. (askanews) - Le condizioni in alcuni reparti del carcere di Poggioreale a Napoli possono essere "facilmente considerate in violazione dell'articolo 3 della Convenzione europea per la tutela delle libertà fondamentale e dei diritti umani che inderogabilmente vieta trattamenti o pene inumane o degradanti", secondo l'interpretazione della Corte di Strasburgo. A ritenerlo il garante nazionale dei detenuti il cui rapporto sulla visita presso l'istituto penitenziario, con l'intero Collegio e una delegazione di sei persone, è stato pubblicato in queste ore dopo quattro giorni di visita non annunciata nella casa circondariale più popolosa d'Italia con i suoi oltre 2mila detenuti. "Ai primi di maggio, durante la visita del Garante, erano 2.373, su 1.633 posti previsti e una capienza reale di 1.515. Oggi i detenuti sono 2085 su 1.423 posti disponibili - si legge nel Rapporto - Le condizioni materiali dell'Istituto risentono degli anni e della visione custodiale degli inizi del secolo scorso, quando è stato costruito, rendendolo poco compatibile con le esigenze trattamentali: mancano gli spazi comuni per le attività lavorative, culturali o ricreative, le sale per la socialità di reparto. Tutto ciò nonostante la realizzazione di alcuni lavori di ristrutturazione e la programmazione di altri". (segue)