Carceri: incontro Salvini, Matone e garante detenuti, 'più assunzioni e nuovi istituti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 lug. (Adnkronos) – Incontro tra Matteo Salvini e il garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, Mauro Palma. Insieme a loro c’era Simonetta Matone, candidata a Roma in ticket con l’aspirante sindaco di centrodestra Enrico Michetti. Lo rende noto la Lega. Salvini e Palma hanno parlato di sovraffollamento delle carceri e di carenza di personale e di dotazioni – sottolineano da via Bellerio – . È stato approfondito il dramma dei tanti detenuti psichiatrici che, ha ribadito Salvini, andrebbero accolti in reparti ad hoc con un numero adeguato di professionisti in grado di occuparsi opportunamente di loro.

Durante il colloquio è stato ricordato che degli oltre 50mila detenuti nelle carceri italiane il 27% è straniero, ci sono un migliaio di analfabeti mentre in quasi 900 frequentano corsi universitari. Un terzo dei reclusi è in custodia cautelare, meno di un quarto ha un’attività lavorativa.

“Servono assunzioni di donne e uomini della polizia penitenziaria, nuove strutture, reparti ad hoc per i casi psichiatrici, investimenti su lavoro e istruzione", ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli