Carceri, Morra: risposte tempestive contro mafie soprattutto ora -2-

Gci/

Roma, 3 giu. (askanews) - Per quanto riguarda il 4-bis dell'ordinamento penitenziario sulla premialità per quanti decidono di collaborare con la giustizia, dopo i rilievi fatti dalla Corte europea per i diritti umani e dalla Corte costituzionale, Morra ha detto che "la magistratura di sorveglianza va tutelata da uno Stato che voglia garantire criteri e regole il più puntuali possibili", ma questo evitando "slabramenti della legalità attraverso l'accertamento e l'acquisizione di elementi che portino comunque ad escludere collegamenti dei condannati con la criminalità organizzata od il ripristino di tali collegamenti".

"La forza delle mafie - ha poi detto Morra - sta anche nella capacità di relazione. Il testo che presentiamo non ha ottenuto l'unanimità, per l' astensione di alcuni gruppi di minoranza, ma oggi più che mai occorre una azione di contrasto alle mafie che deve vederci combattere tutti sullo stesso fronte come membri della Commissione antimafia per arrivare ad una sintesi il più possibile condivisa. Se si sottovaluta l' emergenza criminalità il paese sarà sempre in sofferenza".