Carceri, Penalisti: immediato rafforzamento Tribunali sorveglianza

Red/Cro/Bla

Roma, 9 mar. (askanews) - Immediato rafforzamento dei Tribunali di Sorveglianza, con distacco dei magistrati che in questo periodo non terranno udienze, per la concessione di detenzioni domiciliari e misure alternative; indicazione agli uffici GIP per il ricorso rafforzato agli arresti domiciliari in sede di disposizione delle misure cautelari; indulto per le pene in esecuzione inferiori a due anni; avviare in Parlamento un serrato confronto sulla ipotesi di amnistia per decongestionare il carico degli uffici giudiziari in questo momento di emergenza. Lo chiedono la Giunta dell'Unione delle Camere Penali Italiane e l'Osservatorio Carceri dell'Ucpi.

"Lo Stato deve assumersi le sue responsabilità anche verso i cittadini reclusi che non possono essere privati dei loro diritti, a causa dell'inefficienza di un sistema che pur ammettendo le sue colpe, non ha mai trovato rimedi per uscire da una storica urgenza, quella di rendere le carceri luoghi vivibili e in linea con i principi costituzionali e le norme vigenti", si legge in nella nota.

(Segue)