Carceri, Siracusano (Fi): Bonafede non pervenuto

Pol/Vlm

Roma, 11 mar. (askanews) - "Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha dimostrato ancora una volta il suo dilettantismo e la sua incapacità. Le rivolte nelle carceri italiane sono state gestite in modo assurdo, senza una seria regia, senza una decisa presa di posizione che uno Stato dovrebbe garantire. La polizia penitenziaria, già sottodimensionata e costretta a lavorare in condizioni proibitive, è stata abbandonata: 40 feriti per contrastare e contenere queste assurde ribellioni. Il Capo del Dap assente, quaranta carceri italiane coinvolte, 14 deceduti. Un Guardasigilli che ha venduto all'Italia per quasi due anni giustizialismo e manette non è in grado di assicurare al Paese un sistema carcerario decente e funzionante. In Parlamento Bonafede ha letto una relazione, ha dato tutta la responsabilità al Coronavirus, ha provato, come sempre, a scappare dalle sue colpe. Se avesse un minimo di decenza dovrebbe immediatamente lasciare la sua poltrona e togliere il disturbo". Così Matilde Siracusano, deputata di Forza Italia e membro della Commissione Giustizia di Montecitorio.