Carceri, Unicost: servono risorse adeguate per reinserimento detenuti -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 10 mar. (askanews) - "Esprimiamo anche la nostra vicinanza al personale, amministrativo e di polizia, impegnato nelle carceri, certi che saprà, anche in questo difficile momento, spiegare le scelte normative, auspicando che possa disporre degli strumenti adeguati per garantire il necessario rapporto fra detenuto e familiari. I problemi del sovraffollamento carcerario sono gravi e non possono che essere risolti in modo strutturale, non certamente con l'adozione di misure che, in una fase di emergenza come quella attuale, paleserebbero la debolezza dello Stato. L'esigenza di ridurre il sovraffollamento carcerario non può condurre a colpi di spugna, che non sarebbero compresi dalle persone offese e dai cittadini, oltre a veicolare inopportuni messaggi di impunità", prosegue.