Card. Bassetti: senza contributo cattolici paese non è migliore

Pat

Camaldoli (AR), 26 set. (askanews) - "Senza il contributo dei cattolici questo paese non sarà migliore". Lo ha detto il presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, per il quale la Chiesa ha "una responsabilità teologica e storica quanto all'annuncio del Vangelo, all'educazione e alla formazione delle coscienze, all'edificazione della fede cristiana e alla promozione umana". E se "i vescovi non devono intervenire" sulle questioni politiche, "i laici sì" lo devono fare "con nuova libertà".

"La Chiesa italiana non può rimanere assente o in disparte - ha detto il card. Bassetti nel suo intervento alla Scuola di politica organizzata dalla rivista Il Regno a Camaldoli -. La Chiesa non può tacere. Essa ha una responsabilità teologica e storica quanto all'annuncio del Vangelo, all'educazione e alla formazione delle coscienze, all'edificazione della fede cristiana e alla promozione umana".

Questa responsabilità della Chiesa, secondo il presidente dei vescovi "deve essere esercitata a viso aperto e in maniera accogliente, ospitale. La chiesa non può e non intende entrare direttamente o formulare opzioni di parte o creare direttamente o indirettamente un proprio strumento partitico. Essa può chiamare a raccolta tutte le coscienze, a cominciare da quelle dei credenti, invitando tutti a una nuova stagione di responsabilità personale attorno a valori fondamentali". (segue)