Card. Betori: credibilità di Chiesa e Paese si gioca sui poveri

Vep

Assisi, 4 ott. (askanews) - "Sulla capacità di incrociare lo sguardo dei poveri si gioca la credibilità della nostra Chiesa e l'efficacia del suo annuncio. E' questa la sfida che ci attende, come Chiesa ma anche come Paese". Lo ha detto l'arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori, nell'omelia che ha tenuto, in occasione della festa di San Francesco, nella Basilica superiore di Assisi. Seduto in prima fila il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

"Il problema non è chi sia il mio prossimo perchè io possa o debba curarmi di lui, ma di come io debba farmi prossimo a tutti, fino al più lontano, al nemico", ha aggiunto richiamando la necessità "di farsi piccoli e minori" per "diventare destinatari del dono di Dio".