Care leavers, Fico: servono interventi specifici Istituzioni

Fdv

Roma, 29 gen. (askanews) - "I cosiddetti care leavers sono una delle categorie di persone che, per la potenziale fragilità della propria situazione, richiedono interventi specifici e organici da parte delle Istituzioni. Si tratta infatti di ragazzi e ragazze che sono in fase di dimissione o sono già stati dimessi da un collocamento comunitario o da un affidamento, perché sono divenuti maggiorenni e si avviano verso una vita autonoma. Giovani cittadini, in altri termini, che escono da un sistema di tutele e si trovano a fronteggiare un passaggio estremamente delicato e cruciale della loro esistenza. Un passaggio decisivo per il proprio futuro. E che spesso mancano delle risorse economiche e sociali necessarie per raggiungere un sufficiente grado di autonomia dal punto di vista abitativo, lavorativo e relazionale". Lo ha detto il presidente di Montecitorio Roberto Fico aprendo alla Camera Seconda Conferenza nazionale del Care leavers network Italia: "La transizione verso l'età adulta dei ragazzi: bisogni, diritti e relazioni".

Questi ragazzi, ha spiegato, "devono essere dunque sostenuti dalle Istituzioni, a tutti i livelli di governo, in coerenza con i principi e i valori costituzionali e con quelli iscritti nei trattati europei ed internazionali. La questione di cui vi occupate oggi - ha sostenuto Fico - è pertanto uno di quei terreni su cui si misura in termini concreti la capacità del nostro Paese di attuare quel modello di società democratica ed inclusiva disegnato dalla Costituzione. Una società che garantisce a tutti pieni diritti e dignità senza discriminazioni e pregiudizi. Senza che nessuno sia lasciato solo e sia lasciato indietro. Sostenere i care leavers richiede una combinazione di interventi complessi e articolati. Richiede progetti personalizzati, professionalità specifiche e risorse significative".(Segue)