Carenza medici, Speranza: avvio confronto con Miur e regioni -2-

Gtu

Roma, 16 ott. (askanews) - Infine sulla questione degli specializzandi il ministro Speranza ha sottolineato che la norma (il Dl 35 del 2019) che consente agli specializzandi dell'ultimo anno di corso di partecipare ai concorsi per la dirigenza medica, ha "l'obiettivo di migliorare il percorso di formazione e di immettere celermente i giovani professionisti nel Ssn, evitando che i tempi tecnici intercorrenti tra il conseguimento del diploma di specializzazione e la pubblicazione dei bandi di concorso, possano determinare una 'dispersione' degli specialisti, spesso attratti dalle strutture private". E "queste disposizioni sono pienamente coerenti con quanto indicato dalla sentenza numero 249 del 2018 della Corte Costituzionale, la quale ha affermato che 'la disciplina statale prefigura una progressiva autonomia operativa del medico in formazione, con la possibilità di eseguire interventi assistenziali, purchè ciò avvenga con gradualità, in coerenza con il percorso formativo e comunque con la supervisione di un medico strutturato, preferibilmente il tutore …".

Quindi - ha annunciato Speranza - "colgo l'occasione per segnalare che è prossimo l'avvio di un confronto con il Miur e le Regioni, per addivenire ad una intesa finalizzata alla uniforme applicazione delle citate disposizioni su tutto il territorio nazionale nonché a definire il percorso idoneo a coniugare le esigenze formative con la prestazione di attività clinico-assistenziali da parte degli specializzandi".