Carfagna: "Bonafede risponda a domande del papà di Fabiana Luzzi"

webinfo@adnkronos.com

"Invito il ministro Bonafede a rispondere in Aula alle domande che il padre di Fabiana Luzzi, bruciata viva dal fidanzato, rivolge alle istituzioni, poiché l’assassino riceve permessi premio a soli 3 anni dalla sentenza. Lo strazio della famiglia Luzzi merita una risposta chiara". Lo scrive su Twitter Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia. 

Mario Luzzi, il padre di Fabiana, la sedicenne che nel 2013 fu accoltellata e bruciata viva a Corigliano dal fidanzato Domenico Morrone, ha lanciato un accorato appello. In una lettera indirizzata al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l'uomo sfoga tutta la sua rabbia dopo aver saputo che l'assassino della figlia ha ottenuto per la terza volta una licenzia premio dopo la condanna definitiva a 18 anni. "Ci sentiamo distrutti e abbandonati da uno Stato che non ci tutela e le cui leggi continuano a premiare gli assassini distruggendo ulteriormente le vittime" si legge nella lettera pubblicata stamattina da alcuni dei principali quotidiani.