Carfagna da Berlusconi: "Penso a futuro FI, non alimento divisioni"

webinfo@adnkronos.com

Ieri Mara Carfagna è stata ad Arcore da Silvio Berlusconi per parlare del futuro di Forza Italia e del centrodestra. La cena da lei organizzata con 50 anti-sovranisti azzurri martedì scorso ancora fa discutere e anche l'indiscrezione sul faccia a faccia con il Cav alimenta nuove polemiche interne. Carfagna, apprende l'Adnkronos, si sarebbe detta stupita con i suoi di tanto clamore per questo incontro, visto che il suo confronto con il presidente azzurro è costante. Non hanno mai smesso di sentirsi, raccontano, nemmeno nelle fasi più acute delle polemiche interne: i colloqui durante l’estate, prima e dopo la crisi di governo, sono stati numerosi.  

Non voglio alimentare divisioni interne, tant'è che non ho mai polemizzato sull'assenza del mio nome nel programma di Viterbo, avrebbe detto l'ex ministro delle Pari opportunità a chi ha avuto modo di sentirla nelle ultime ore. Carfagna, raccontano, pensa piuttosto che lei e molti colleghi, che continuano a credere in Forza Italia, abbiano la possibilità e il dovere di indicare una direzione al partito evidenziando i problemi del momento: la concorrenza al centro costituita dal partito di Renzi; il rischio che le destre italiane impediscano al centrodestra di vincere consegnandolo all'irrilevanza per inseguire gli estremismi sovranisti. E ancora: la necessità di un'opposizione parlamentare che punti a battere il 'partito delle tasse'.