Carfagna: governo pensi a problemi invece che a l. elettorale

Red/Sav

Roma, 15 gen. (askanews) - "Il governo dovrebbe andare a casa perché non è in grado di governare il Paese, di fare quello che serve. Hanno azzerato la nostra credibilità internazionale, non sono capaci di amministrare, come dimostra la legge di bilancio, non riescono a dare impulso alla crescita. Oggi le imprese non investono in Italia, non per disinteresse verso di noi, ma perché non ci sono le condizioni per farlo. La pressione fiscale è altissima, la burocrazia è asfissiante, le infrastrutture sono obsolete ed il governo invece di occuparsi di questo pensa alla legge elettorale. Voce Libera è nata anche con la volontà di restituire alla politica la capacità di studiare e approfondire i problemi, offrendo soluzioni concrete". Lo ha affermato Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, a 'Circo Massimo' su Radio Capital.

"Vogliamo dare una prospettiva ai liberali e ai moderati che non si riconoscono nello statalismo della sinistra e del M5S e nel sovranismo della Lega. Vogliamo dare linfa a Forza Italia, che è il partito di riferimento dei moderati, così da riequilibrare le percentuali all'interno della coalizione, perché per avere una prospettiva di governo di centrodestra credibile è fondamentale ridare forza alla nostra area di riferimento. Non mi rassegno a Fi terza per consensi nella coalizione e come me non si rassegna il presidente Berlusconi, magari lo fa una parte di classe dirigente che ritiene non ci siano margini di ripresa. C'è però un'altra parte di classe dirigente e soprattutto ci sono militanti e amministratori sul territorio che sono pronti a lottare per Forza Italia e con Voce Libera vogliamo fornire loro gli strumenti per farlo", ha concluso Carfagna.