Carfagna: "Quadrumvirato scelta sbagliata per FI"

webinfo@adnkronos.com

"Forza Italia si è trovata a un bivio: agire per accontentare una ristretta classe dirigente che vuole confermare il suo ruolo, oppure dare risposte alle centinaia di migliaia di elettori e dirigenti sul territorio che chiedono di avviare una nuova stagione di proposte, presenza, protagonismo. La scelta del quadrumvirato va nella prima direzione, la direzione sbagliata. Ho sempre detto, in pubblico e in privato, di essere contraria: magari avrebbe potuto farmi comodo condividerla in extremis per prendermi un posto al tavolo, ma tra la convenienza personale e la speranza del nostro popolo scelgo di non tradire quella speranza". Lo scrive Mara Carfagna, vicepresidente della Camera dei deputati, rivolgendosi ai suoi sostenitori su Facebook.  

"Davanti al mio ufficio, in questi due mesi - spiega - c’è stata la coda di segretari locali, colleghi, ex-forzisti passati alla guida di liste civiche, amministratori, sindaci e dirigenti, ho toccato con mano l’esistenza di energie molto superiori a quelle che forse qualcuno immagina. Se abbandoniamo queste aspettative e queste speranze finiremo per abbandonare noi stessi. Il bivio davanti a cui ci troviamo è questo: grandi ambizioni contro piccolo cabotaggio, un progetto per il Paese o un progetto di sopravvivenza per noi stessi, una risposta efficace a militanti ed elettori o l'ennesimo esperimento di laboratorio che scontenterebbe anche i più leali".  

"Personalmente - sottolinea - so da che parte stare e continuerò a lavorare in quella direzione. Quindi, senza inutili polemiche: se la scelta è quella di una gestione di apparato verso un improbabile congresso preferisco tornare al lavoro fuori, tra la nostra gente, nel Paese, sui progetti e sulle idee".