Carfagna: "Salvini vuole sudditi non alleati"

webinfo@adnkronos.com

"Capiamo il momento di difficoltà di Matteo Salvini nello scoprire che i pieni poteri esistono solo nei videogiochi. Invece di sognare sudditi anziché alleati si ricordi che scassando il centrodestra è riuscito nel capolavoro di abbandonare il Paese alle sinistre e al Movimento Cinque stelle". Così Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia. 

A intervenire, parlando del leader della Lega, è anche Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia. "Forza Italia - sottolinea - è il partito del sì: allo sviluppo, alle grandi opere infrastrutturali, al taglio delle tasse, alla riforma della giustizia, alla sicurezza. Lo siamo al punto da aver votato perfino alcuni dei provvedimenti del governo giallo-verde che andavano nel solco della storia del centro-destra (dalla legittima difesa ai decreti sicurezza). Per questo non comprendiamo le dichiarazioni di Salvini in cui ci accusa di essere una forza che, al pari dei 5 Stelle con cui ha governato per 14 mesi, lavora o ha lavorato per frenare o bloccare i provvedimenti che servono al Paese". "Forse la lunga frequentazione di Di Maio - afferma Gelmini - gli fa travisare la realtà". "Il centro-destra deve recuperare la sua unità nelle differenze, ma per farlo Salvini dovrebbe essere lungimirante e comprendere che da soli non si va da nessuna parte. A cominciare dalle imminenti elezioni regionali dove potrebbero profilarsi perfino accordi o accordicchi in salsa giallo-rossa", conclude.