Carlo III proclamato sovrano del Regno Unito. Governo e Parlamento giurano fedeltà

Carlo III è stato proclamato formalmente re al palazzo di Saint James: alle 11, ora italiana (le 10 nel Regno Unito), l'ex principe ha ricevuto l'investitura a Londra dal Consiglio di Salita al Trono, l'istituzione che certifica la successione tra un monarca e un altro e che si è riunito dopo settant'anni per la prima volta.

La premier britannica, Liz Truss, ha presenziato alla proclamazione formale del nuovo re del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri reami del Commonwealth, unitamente agli altri ex primi ministri del Paese. Carlo ha firmato l'atto di proclamazione, sottoscritto anche dal figlio William (nominato principe di Galles come da tradizione) e dalla moglie Camilla, le persone da cui il nuovo re trattà sostegno.

Una seconda proclamazione si è poi svolta al Royal Exchange della City, il luogo dove venne fondata la prima borsa della città. Qui il nuovo sovrano è stato ufficialmente presentato al popolo.

Leon Neal/2022 Getty Images
AP Photo - Leon Neal/2022 Getty Images

Il 73enne figlio della Elisabetta, deceduta lo scorso giovedì, ha tenuto il primo discorso alla Nazione nella serata di ieri, venerdì 9 settembre.

Il palazzo di Saint James, sede dell'investitura, è il più antico dei palazzi reali nella capitale: per tre secoli, sino al regno di Vittoria, fu la residenza dei reali di Inghilterra.

Joe Giddens/PA
AP Photo - Joe Giddens/PA

Per la prima volta, l'annuncio ufficiale dal balcone del palazzo è trasmesso in diretta tv e ha visto la partecipazione di turisti vestiti in abiti comuni. Durante la proclamazione le bandiere hanno sventolato a tutt'asta, per poi tornare a mezz'asta nel rispetto del lutto nazionale che tutto il Paese sta osservando per la morte della regina Elisabetta.

"Dio salvi il re" (la frase che si ripete nel ritornello dell'inno nazionale) è stato gridato anche dalla folla radunata a Buckingham palace, il luogo dove si piange per il vuoto lasciato da Elisabetta, ma si guarda con fiducia al rispetto di Carlo per l'eredità lasciata da sua madre. Nella residenza ufficiale ha accolto la prima ministra inglese Liz Truss, il leader del partito laburista Keir Starmer e altri deputati e l'arcivesco di Canterbury.

"Sono profondamente consapevole della grande eredità di mia madre e dei doveri e delle pesanti responsabilità di sovranità che mi vengono ora trasmessi: nell'assumere queste responsabilità, mi sforzerò di seguire l'esempio ispiratore che mi è stato dato nel salvaguardare il regime costituzionale e nel cercare la pace, l'armonia e la prosperità dei popoli delle Isole e dei Regni del Commonwealth in tutto il mondo", aveva detto Carlo nel suo discorso in mattinata dopo la firma dell'atto di proclamazione.

Jonathan Brady/PA
AP Photo - Jonathan Brady/PA

Si attende l'incoronazione

Si attende ora la cerimonia di incoronazione, che avrà bisogno di mesi per essere preparata e per lasciare spazio al periodo del lutto in onore della regina Elisabetta. Proprio quest'ultima aveva dovuto attendere sedici mesi dopo la morte del padre Giorgio VI prima di essere incoronata.

Intanto i membri del governo inglese e i deputati hanno giurato fedeltà al nuovo re. L'era di Carlo III ha inizio.