Carlo Sibilia, il sottosegretario che ama i complotti

Nel luglio 2014 Carlo Sibilia si fa notare per un tweet in cui nega che l’uomo sia mai sbarcato sulla luna. (Credits – Facebook)

Ieri sera il governo ha scelto i sottosegretari. Tanti i nomi scelti dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte assieme a Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Tanti nomi tra i quali, però, spicca sicuramente quello di Carlo Sibilia. E non spicca per le sue competenze, quanto per le idee espresse negli ultimi anni dall’esponente del Movimenti 5 Stelle. Idee che spesso hanno toccato i tasti del complottismo.

Mai sbarcati sulla luna

Nel luglio 2014 Carlo Sibilia si fa notare per un tweet in cui nega che l’uomo sia mai sbarcato sulla luna. “Oggi si festeggia anniversario sbarco sulla #luna. Dopo 43 anni ancora nessuno se la sente di dire che era una farsa…” scrive l’esponente pentastellato. E alle critiche e ironie del web come risponde? “Scusate. Rettifico. Siamo andati sulla luna, #Berlusconi è onesto, la riforma del senato è cosa buona e giusta e Repubblica è un giornale”.

Complottismo terrorista

Carlo Sibilia, poi, ha più volte messo in dubbio gli attentati terroristici degli ultimi anni, facendo intuire una qualche regia alle spalle degli attentati. Si va da quello a Charlie Hebdo, quando il neosottosegretario dichiara che “Incredibile che a Charlie Hebdo sia rimasto ucciso l’economista Maris che denunciava irregolarità su emissione moneta”, fino all’attentato nel Parlamento canadese, quando Sibilia dice “dov’è che hanno iniziato a sparare i politici…proprio in un paese come il Canada. Opera di un pazzo o di qualcuno che ha ritrovato la ragione?”.

I vaccini come il tso

Antivaccinista convinto, Sibilia ha spesso rilanciato articoli che parlano della relazione tra vaccini e autismo. Non solo, perché dopo la legge Lorenzin che li rende obbligatori il politico dei Cinque Stelle prima attacca il Ministro “Chissà se un giorno verremo a sapere quanti rolex ha ricevuto il ministro per scrivere questo decreto irricevibile?” poi fa un paragone che scandalizza molti. “Ci trattano come incoscienti. Impongono il Tso ai nostri bambini”.

La gaffe su Falcone e Borsellino

Ma Sibilia scivola anche su personaggi come Falcone e Borsellino. Nel 2013, i grillini organizzano un evento simbolico per la restituzione di 1,5 milioni di euro circa ricavate dalle diarie non spese dai parlamentari del Movimento. Lo chiamano Restitution Day. Sibilia su Facebook scrive: “Cosa dire di una stampa che oscura il Restitution Day? L’evento più rivoluzionario dagli omicidi di Falcone e Borsellino?”.

I gay come gli animali

Che dire del 2012, quando uno dei temi caldi è quello dei matrimoni tra gay. Sibilia lancia una provocazione pesantissima. “Discutere una legge che dia la possibilità agli omosessuali di contrarre matrimonio (o unioni civili), a sposarsi in più di due persone e la possibilità di contrarre matrimonio (o unioni civili) anche tra specie diverse purché consenzienti”. Post rimosso, ma il web non dimentica.

(Duccio Fumero)