Carlo Verdone adirato contro il Covid, le sue parole

·2 minuto per la lettura
Verdone si sfoga contro il covid
Verdone si sfoga contro il covid

Carlo Verdone si sfoga a Tale e Quale Show: “Sto virus si romperà i c**** prima o poi!”

Verdone si sfoga contro il coronavirus

Carlo Verdone durante un ospitata al Tale e Quale Show condotto da Carlo Conti ha espresso la sua preoccupazione per l’attuale situazione sanitaria. Verdone ha iniziato a parlare dell’emergenza contagi del Coronavirus in occasione dell’uscita del suo nuovo film “Si vive una volta sola”, uscita oramai slittata molte volte che, specifica Verdone: “Auguriamoci di poter mantenere la data di gennaio 2021, sennò sarà febbraio, marzo, aprile”.
Verdone ha raccontato: “Sono andato nel sito della Filmauro e ho visto che stava piazzato per il 20 gennaio del 2021. Ormai mi sembra che questa parte sia andata e andiamo su numeri molto pericolosi”, dopo di che ha specificato: “Auguriamoci di poter mantenere la data di gennaio 2021, sennò sarà febbraio, marzo, aprile e poi alla fine sto virus si romperà i c***** pure lui? Basta, non se ne può più, io di sentire sta parola non gliela faccio più“.

Il film di Verdone: Si vive una volta sola

Carlo Verdone in merito alla speranza di uscita del suo nuovo film: “Noi abbiamo una speranza, la speranza si chiama ‘metà gennaio 2021’, quindi probabilmente se tutto va bene, numeri di contagi permettendo, a un anno di distanza da quella che doveva essere l’uscita, usciremo anche noi. Sia io che De Laurentiis abbiamo stabilito che il film deve uscire in sala. Aspetteremo quello che c’è da aspettare. Poi ci tengo molto a questo film quindi vorrei che il pubblico lo vedesse in sala, anche come festeggiamento di uno scampato pericolo, perché vorrà dire che saremo più sicuri”.

Il film “Si vive una volta sola” racconta la storia di tre uomini e una donna. Quattro medici così esperti a cui si affida per le cure anche il Papa. Tanto esperti quanto distratti e poco affidabili nella vita privata. Nel cast: Carlo Verdone, Anna Foglietta, Rocco Papaleo e Max Tortora.