Carlo Verdone sul governo: “A M5s e Pd prescriverei un calmante”

carlo verdone

L’attore e regista Carlo Verdone è stato nominato dall’Ordine dei farmacisti del Lazio, farmacista ad honorem attraverso una cerimonia pubblica a cui hanno preso parte anche molti giornalisti e addetti alla stampa. Uno di loro avrebbe fatto un collegamento tra la situazione politica attuale e la nuova carica di Verdone, chiedendogli scherzosamente quale farmaco avrebbe prescritto al Partito Democratico e al Movimento 5 Stelle per smettere di litigare, e invece a Matteo Salvini per riprendersi dalla sconfitta. La risposta dell’attore è esilarante.

Carlo Verdone, le prescrizioni ai politici

A Pd e M5s darei un farmaco che provoca una leggera sonnolenza e un leggerissimo benessere, li tiene un pò calmini perché mi sembrano un pò troppo euforici e possono prendere delle decisioni non troppo lucide. A Matteo Salvini consiglierei un ricostituente” ha detto a chi gli aveva domandato un parere sulla formazione del nuovo governo, prima di ironizzare: “Io pretendo la ricetta del medico, non vi do il farmaco così eh” ha detto prima di raccontare come è nata la sua passione per la medicina. “Mia madre aveva un comò pieno di medicine. Anche mio zio che abitava con noi ne aveva tante, erano tutti analgesici perché era nato con il mal di testa . Casa mia era praticamente una farmacia. Così è nata questa grande passione“.

“Mi chiamano tutti”

Continuando a ironizzare sul suo nuovo ruolo di farmacista ad honorem, Verdone ha poi raccontato: “La sera mi chiamano in dieci, quindici per sapere cosa devono prendere. In genere ci prendo, ma dico sempre: “Senti il tuo medico, non mi fare correre guai”.