Re Carlo vieta un cibo con un atto formale: cosa non si potrà più mangiare?

Re Carlo vieta cibo
Re Carlo vieta cibo

Re Carlo III ha preso un’importante decisione: da oggi in poi, in tutte le residenze reali, sarà vietato un particolare cibo. Il figlio di Elisabetta II è talmente convinto della scelta che ha redatto un atto formale.

Re Carlo vieta un cibo con un atto formale

In tutte le residenze della Royal Family, ovvero Buckingham Palace, la scozzese Balmoral, l’inglese Sandringham, il castello di Windsor e quello di Hillsborough, sarà vietato un particolare cibo. A deciderlo con un atto formale è stato Re Carlo III, da sempre molto attento alle battaglie ambientaliste e animaliste. In seguito ad una richiesta del gruppo animalista Peta, la Casa Reale britannica non consumerà più il fegato d’oca.

Re Carlo: niente fegato d’oca a corte

Re Carlo III e tutta la sua famiglia non porteranno più in tavola le foie gras. Il fegato d’oca, specialità tipicamente francese, è ottenuto somministrando sostanze artificiali alle oche, in modo da far crescere velocemente il loro fegato. Il sovrano ha deciso che questo cibo non sarà più presente nelle residenze reali. La Gran Bretagna potrà continuare a importarlo e venderlo, ma resta il divieto di produrlo.

Re Carlo III: arriveranno altri divieti?

Dopo questo atto formale ne arriverà un altro? Per il momento no, ma Re Carlo ha già ricevuto un’altra richiesta da parte degli attivisti. In vista della cerimonia di incoronazione del sovrano che si svolgerà a maggio, gli hanno chiesto di usare pellicce d’ermellino sintetiche.