Carlos Orduz protagonista di un singolare incidente

·2 minuto per la lettura
Maxi schermo crolla addosso ad un giornalista colombiano
Maxi schermo crolla addosso ad un giornalista colombiano

Maxi schermo crolla addosso ad un giornalista colombiano in onda, l’uomo per fortuna sta bene ma il video dell’incidente diventa virale. E’ accaduto tutto in pochi secondi concitati: all’improvviso un maxi schermo di notevole mole si è staccato dal muro di uno studio televisivo della Colombia. Il grosso pannello si è letteralmente abbattuto addosso all’ignaro giornalista colombiano Carlos Orduz. L’incidente è avvenuto nel corso della diretta televisiva di Colombia ESPN. E, ironia della sorta, in quel frame di vita televisiva d’oltre oceano c’è “un po’ di Italia”. L’incidente è in scia a numerosi fatti simili che hanno come teatro gli studi televisivi di tutto il mondo.

Maxi schermo crolla su Orduz

Questo perché il momento topico era incardinato sul post partita della Juventus appena uscita dallo sfortunato cimento in Champions League con il Porto. Mentre l’incidente gli accadeva praticamente sotto gli occhi il conduttore del programma si è fermato qualche istante per capire che cosa fosse accaduto. Subito dopo ha dato la linea alla pubblicità. In televisione la gamma di incidenti è vastissima, si va da quelli più soft a quelli decisamente più “muscolari”. Carlos Orduz ha poi provveduto a rassicurare i telespettatori su Twitter: nessuna frattura ma solo lividi che guariranno in pochi giorni.

Le rassicurazioni e i messaggi

Ecco il suo messaggio integrale: “A chi mi ha scritto e mi ha salutato per l’incidente di ieri sera, devo dire che sto bene. Grazie a Dio dopo il controllo medico, i rispettivi esami, è stato escluso qualsiasi problema, solo un livido e un colpo a il naso (nessuna frattura). Saluti e grazie”. Fra i numerosi messaggi sui social che hanno augurato ad Orduz di rimettersi presto quello, sempre su Twitter, della collega Angela Maria Calderon. “Che gioia sapere che stai bene e che non si è andati oltre un livido. Quando ho visto il video ho avuto paura che fossi morto”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.