Carmignano, suicida nel suo negozio

·1 minuto per la lettura
Carmignano suicida nel suo negozio
Carmignano suicida nel suo negozio

La pesante crisi economica, fortemente aggravata con lo scoppio della pandemia e le chiusure degli ultimi mesi, grava su moltissimi imprenditori, commercianti e negozianti italiani. In molti sperano che sia il nuovo premier, Mario Draghi, a risolvere i gravi problemi riscontrati nel Paese. A Carmignano, comune in provincia di Prato, il titolare di un’agenzia viaggi si suicida nel suo negozio. Il sindaco ha dedicato parole commoventi per il suo concittadino.

Carmignano, suicida nel suo negozio

Il titolare di un’agenzia viaggi si è tolto la vita a Carmignano: il suo gesto pare sia la conseguenza della grave crisi che ha coinvolto in particolare il suo settore. L’uomo è stato trovato nel pomeriggio di giovedì 25 febbraio. I soccorsi del 118 sono giunti sul posto, ma ogni tentativo di salvarlo si è rivelato inutile. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Da alcune ore alcuni conoscenti cercavano di entrare in contatto con lui, ma era sempre irraggiungibile. Preoccupati per la situazione, si sono recati nella sua agenzia.

L’intera comunità è scossa per l’accaduto. In tanti conoscevano il 68enne, che da decenni gestiva la sua agenzia. Il sindaco di Carmignano, Edoardo Prestanti, ha sottolineato l’allarme economico e la grave crisi degli ultimi mesi, puntando il dito anche sui mancati ristori.

Prestanti è “sconvolto da quanto accaduto” e ha scritto: “Da parte della giunta comunichiamo la massima vicinanza alla famiglia, a cui si accompagna la riflessione su come questo tragico fatto sia conseguenza di una situazione nazionale critica, dove le attuali misure non sono sufficienti a tutelare le categorie di lavoratori maggiormente colpite”.