Caro bollette, passare dal mercato libero al tutelato si può: ecco come

Caro bollette, passare dal mercato libero al tutelato si può: ecco come (Getty Images)
Caro bollette, passare dal mercato libero al tutelato si può: ecco come (Getty Images)

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge Aiuti quater che, tra le altre cose, prevede una proroga del mercato tutelato del gas fino al 10 gennaio 2024. Il termine della maggior tutela per l'elettricità era già fissato alla stessa data.

Dunque, ancora per un anno si potrà rimanere nel mercato tutelato. Ma conviene? Chi, invece, era già passato al mercato libero, può tornare sui propri passi? E come?

LEGGI ANCHE: Bollette gas, in arrivo una nuova stangata: ecco quando

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Pensioni più “ricche” da gennaio 2023. Ecco di quanto aumenteranno

Che a causa dell'aumento dei prezzi delle bollette molte famiglie italiane stiano pensando di ritornare nel mercato protetto è ormai risaputo. L'idea, infatti, è quella di avere maggiore stabilità e prezzi più bassi. Ma conviene davvero?

LEGGI ANCHE: Caro bollette gas, arrivano le modifiche ai contratti nel mercato libero

Tanto per cominciare, va detto che il passaggio è possibile, anche sono previsti dei piccoli costi. Per riuscirci, per quanto riguarda l'energia elettrica basta stipulare un contratto con l'esercente di maggior tutela della zona in cui si vive. Invece, per il gas le condizioni di tutela possono offrirle tutti gli operatori. Dove trovare l'elenco dei venditori del mercato tutelato? Basta navigare sul sito di Arera, l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente. In particolare, una volta sulla home page di Arera, basta cliccare sulla voce "Consumatori" e poi su "Ricerca operatori". In alternativa è possibile chiedere le informazioni necessarie chiamando il numero verde 800166654.

LEGGI ANCHE: Risparmio energetico, arriva il "bollettometro": che cos'è

Prima di effettuare il passaggio, però, meglio confrontare le offerte del libero mercato con quelle del mercato tutelato: non è, infatti, detto che queste ultime siano migliori. Il PortaleOfferte di Arera permette di confrontare le varie proposte e capire qual è quella che costa meno. Infine, meglio leggere le condizioni contrattuali che vengono proposte, per evitare spiacevoli sorprese.

LEGGI ANCHE: Risparmio energetico, 5 consigli per abbassare la bolletta

GUARDA ANCHE IL VIDEO: 5 trucchi che ti fanno risparmiare sull’assicurazione auto