Caro energia, Di Maio: "O Stato paga bollette o imprese falliscono"

(Adnkronos) - "Ho letto le dichiarazioni di alcuni leader che attaccano la proposta di Impegno Civico, ossia il Taglia-Bollette: l'80% delle bollette di tutte le imprese italiane, dal piccolo bar alla grande azienda, fino alla fine dell'anno le paga lo Stato. Su questa misura c'è poco da screditare. Per chi non se ne fosse accorto, siamo nel bel mezzo di una crisi economica ed energetica allarmante. Qui siamo davanti a un bivio: o lo Stato paga le bollette delle imprese o le imprese licenziano i lavoratori oppure ancora falliscono e chiudono". E' quanto scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, leader di Impegno Civico.

"Confcommercio ci dice che, a causa di queste speculazioni sul gas, rischiano di chiudere 120mila imprese e 370mila lavoratori rischiano di perdere il lavoro. Davanti a uno scenario così drammatico, attaccare la nostra proposta significa non avere rispetto degli italiani. Nel frattempo dobbiamo batterci per ottenere in Ue il tetto massimo al prezzo del gas. Le forze politiche che dicono di no al #TagliaBollette e al tetto massimo stanno voltando le spalle agli italiani. Noi andiamo avanti: più siamo e maggiore sarà la nostra forza per realizzare il Taglia-Bollette", conclude il titolare della Farnesina, invitando i follower a inviare le loro bollette all'indirizzo mail tagliabollette@impegno-civico.it.