Caro prezzi, l'allarme di Coldiretti: quali sono i prodotti che rincareranno

Caro prezzi Coldiretti
Caro prezzi Coldiretti

La crisi dell’energia e l’importante rincaro per l’estrazione dell’anidride carbonica stanno mettendo in seria difficoltà l’intero comparto alimentare. Questo è ciò che è emerso dall’analisi effettuata da Coldiretti che, in un approndimento ha spiegato che prodotti quali acqua, bibite gassate, ma anche succhi di frutta subiranno dei rincari. L’ente, a tale proposito, ha spiegato che sono diversi i fattori che stanno pesando sui costi delle imprese, uno su tutti le bollette senza contare i concimi.

Caro prezzi, l’analisi di Coldiretti: “Non c’è tempo da perdere”

Per ciò che riguarda il costo delle bollette – si legge nella nota – si parla di un rincaro del 300%. Non va meglio per il gasolio che è aumentato del 129%, mentre i concimi hanno subito un’impennata del 170%. Non ultimo sono stati rilevati incrementi anche in altre materie prime, ugualmente importanti quali il cartone (+45%), il tetrapack (+15%), la plastica (+70%) o ancora le etichette (+35%). Si tratta dunque di indici particolarmente pesanti che dalle imprese finiranno per abbattersi sul consumatore finale, quindi le famiglie e con essi i lavoratori.

Il presidente di Coldiretti: “A rischio alimentare oltre 2,6 milioni di persone in Italia”

Il presidente di Coldiretti Ettore Prandini ha fornito uno scenario che non appare ottimista in vista del prossimo autunno: “Con i rincari d’autunno insieme al sistema produttivo sono a rischio alimentare oltre 2,6 milioni di persone che in Italia sono costrette a chiedere aiuto per mangiare”, ha osservato. Da qui l’appello affinchè il Governo agisca prontamente: “Non c’è tempo da perdere e non possiamo aspettare le elezioni e il nuovo Governo ma bisogna intervenire subito sui rincari dell’energia che mettono a rischio imprese e famiglie in settori vitali per il Paese”.