Caro voli: approvato emendamento tariffe sociali

caro voli

Il viceministro ai Trasporti Giancarlo Cancelleri ieri, martedì 10 Dicembre 2019, ha dichiarato che l’emendamento sulle tariffe sociali è stato approvato nella commissione Bilancio del Senato. “Per la prima volta in Italia” ha detto Cancelleri “quando diventerà legge, studenti e lavoratori fuori sede, disabili gravi e gravissimi e chi per curarsi è costretto a spostarsi in altre regioni viaggerà con uno sconto del prezzo del biglietto del 30-40% circa. Quella delle tariffe sociali sarà la prima risposta concreta per contrastare il caro voli in Sicilia”.

Lo sconto si applica per ogni biglietto aereo acquistato da e per Palermo e Catania. Questo per ridurre i disagi derivanti dalla condizione di insularità e ad assicurare la continuità del diritto alla mobilità. Infatti, dati alla mano, sarebbe proprio la Sicilia, la meta che ha registrato il maggiore aumento. Chi desidera tornare dalle proprie famiglie per trascorrere il periodo natalizio, dovrà sborsare un’importante cifra che può arrivare anche a superare i 200 euro per un volo aereo da Milano alla Sicilia.

Caro voli: approvato emendamento

L’emendamento prevede che le categorie individuate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (studenti fuori sede, coloro vanno a curarsi fuori dalla Sicilia, disabili in possesso della 104 e i lavoratori fuorisede con reddito personale inferiore ai 20mila euro) potranno beneficiare di uno sconto che andrà dal 30 al 40% sui voli che dal Nord raggiungeranno la Sicilia.

Infine, Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia, ha deciso di istituire otto pullman a prezzi bassissimi (dai 10 ai 30 euro) per “tendere una mano agli studenti siciliani che si trovano al Nord e che rischiano di non potere rientrare in Sicilia per il periodo natalizio, a causa delle proibitive tariffe aeree”.