Caro voli, biglietti aerei a prezzi folli per Natale: “È assurdo”

caro voli

Come ogni anno il Natale si avvicina e moltissimi italiani si apprestano ad organizzare il periodo delle vacanze: chi per concedersi qualche giorno di relax lontano dalla routine quotidiana, e chi per ricongiungersi ai propri cari, sono tantissimi coloro che si sono messi alla ricerca dell’offerta perfetta rimanendo però con l’amaro in bocca. I prezzi dei mezzi di trasporto pubblici, e in particolare degli aerei, hanno subito per il periodo natalizio, un rincaro esponenziale, denunciato dalla maggior parte dei consumatori e in particolar modo dai giovani studenti fuori sede.

Caro voli: “Una situazione insostenibile”

Sono numerosi i giovani che raggiungono le grandi città del nord, e in particolare Milano, per affrontare la propria carriera universitaria in strutture di prestigio. Ma sono proprio loro a fare maggiormente le spese di questo maxi caro voli. Chi di loro vuole tornare dalle proprie famiglie per trascorrere il periodo natalizio dovrà sborsare un’importante cifra che può arrivare anche a superare i 200 euro per un volo aereo da Milano alla Sicilia. Sarebbe proprio quest’ultima, dati alla mano, la meta che ha registrato il maggiore aumento. Quello che però i consumatori e le associazioni di tutela denunciano è che provando a prenotare il medesimo volo qualche giorno prima dell’inizio delle festività, o subito dopo, il prezzo cambia drasticamente segno di una evidente speculazione sulle pelle degli italiani.

La denuncia degli studenti

Gli aerei sono intoccabili, 150 euro solo andata” è il grido di denuncia di alcuni studenti fuori sede che si trovano in seria difficoltà nell’organizzare il proprio rientro a casa per il Natale. “Ho dovuto anticipare la partenza, perché dal 18 dicembre i prezzi arrivavano a 300 euro. È allucinante“. “Chi ha davvero difficoltà è chi deve tornare in Sicilia. È quasi più conveniente andare a Londra o New York piuttosto che in Sicilia“.

La petizione di Confcommercio

L’Unione Industriali di Confcommercio Palermo ha recentemente lanciato una petizione contro l’aumento indiscriminato dei biglietti aerei da e per la Sicilia. Ad annunciarlo è stata la presidente dell’associazione, Antonella Lo Coco: “Pagare circa 500 euro per un biglietto aereo di sola andata per Roma è fuori da ogni logica e noi non vogliamo più subire una simile condizione di svantaggio. È mortificante essere costretti a portare avanti una battaglia dai cittadini e da imprenditori per ottenere il riconoscimento di diritti apparentemente elementari. Quello del costo dei biglietti aerei da e per la Sicilia è uno di quei temi che tocca da vicino decine di migliaia di siciliani ogni anno”.