Carola Rackete, nuova archiviazione del caso: “Salvare i migranti in mare è un dovere”

·1 minuto per la lettura
carola rackete prosciolta
carola rackete prosciolta

Nuovo schiaffo ai detrattori di Carola Rackete, la capitana della nave Sea Watch 3 che nel nel 2019 aveva disobbedito agli ordini impartiti dall’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini e dei Trasporti Danilo Toninelli e aveva portato in salvo i migranti salvati nel Mediterraneo fino al porto di Lampedusa.

Carola Rackete, archiviazione di un’altra accusa

Nello stesso 2019 il gip aveva prosciolto la capitana perché con la sua azione “ha salvato vite umane“. Allo stesso modo era stata chiusa l’indagine sullo speronamento della motovedetta della Guardia di Finanza.

Questa volta l’archiviazione riguarda un episodio avvenuto in realtà tre giorni prima dei fatti di Lampedusa, quando Rackete passò da acque internazionali ad acque italiane senza autorizzazioni, nonostante lo stop della Guardia di Finanza. Carola, difesa dagli avvocati è stata assolta dall’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e rifiuto di obbedienza a nave da guerra.

Archiviazione Carola Rackete, le parole del gip

Secondo Micaela Raimondo, la giudice per le indagini preliminari che si è occupata del caso, Carola Rackete “ha agito nell’adempimento del dovere di salvataggio previsto dal diritto nazionale e internazionale del mare. All’esito delle indagini non sono emersi elementi suscettibili di sorreggere l’ipotesi accusatoria nei confronti” della capitana. “Non potendosi considerare ‘place of safety’ il porto di Tripoli, come anche sottolineato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati che ha di recente evidenziato, in un rapporto, come alcune migliaia di richiedenti asilo, rifugiati, migranti presenti in Libia versino in condizione di detenzione arbitraria e sono sottoposti a torture e a trattamenti disumani e degradanti in violazione dei diritti umani. La condotta [di Rackete, ndr] risulta scriminata dalla causa di giustificazione“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli