Carrà: scenografo 'Fantastico' Castelli, 'se ne va un pezzo della storia d'Italia, signora irripetibile'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 lug. (Adnkronos) – "Sono sconvolto. Se n'è andata con discrezione, gentilezza, con la sua consueta eleganza da irripetibile signora. Un pezzo di Rai e della storia d'Italia, ci ha fatto divertire con classe, con eleganza, semplicità, ma non ha mai improvvisato nulla. Ho avuto la fortuna di lavorare tantissimo con lei tantissime volte, da Fantastico a Furore, ed era una professionista superlativa come non ce ne sono più'". E' il ricordo dello scenografo Gaetano Castelli, che commenta così con l'Adnkronos la scomparsa di Raffaella Carrà.

"Vederla in tv ci faceva sentire tutti come non più insicuri, non più vuoti, perché il sabato sera riempito da lei era unico -ricorda con emozione il grande scenografo- Non dimenticherò mai, tra le tante, la gag sul palco con Benigni. Lavorare con lei voleva dire essere un professionista, diventavi il numero uno, perché lei sceglieva le professionalità una per una. Era cortese con tutti, ma i professionisti si vedono sul lavoro, e lei non lasciava nulla al caso".

Nonostante la grandissima professionalità, "Raffaella mai, e dico mai è stata arrogante, dispotica, lei faceva parlare e cercava di capire se c'era un'idea migliore della sua. Creava il gruppo, era lei che coordinava il tutto", ricorda ancora Castelli- Ha avuto l'eleganza e la gentilezza di andarsene in punta di piedi. Il dolore immenso di vedere andar via un pezzo di tv elegante, garbata, educata, gentile", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli