Carretta: ridurre libera professione medici per cure oncologiche

Lzp
·1 minuto per la lettura

Milano, 18 nov. (askanews) - Ridurre l'attività in libera professione per aumentare visite, esami diagnostici e screening oncologici e ridurre le "lunghe liste d'attesa". E' quanto scritto dal consigliere di Regione Lombardia, Niccolò Carretta (Azione) in una lettera formale all'assessore al Welfare Giulio Gallera e al Dg Marco Trivelli. "Come sappiamo, grazie agli studi in questo settore, intervenire nella fase iniziale piuttosto che in una fase più avanzata può fare la differenza e il ritardo che denunciano le associazioni e i gruppi di sostengo non può essere sottovalutato. Questi soggetti stimano, che a causa del Covid e solo nella provincia di Bergamo, già nella prima fase dell'epidemia ci sia stato un ritardo di diagnosi per circa duemila persone", afferma Carretta.