Carrozzina rotta su volo Ryanair, malata di Sma: “Un incubo”

·1 minuto per la lettura
Anita Pallara (Foto Facebook)
Anita Pallara (Foto Facebook)

Una vacanza che si è trasformata in un incubo quella di Anita Pallara, presidente di "Famiglie Sma", bloccata senza possibilità di muoversi perché la sua carrozzina è stata irrimediabilmente danneggiata dalla compagnia con cui ha volato.

"Le carrozzine non sono oggetti. È come se da ieri improvvisamente mi avessero tagliato le gambe e le braccia, senza avvertirmi, senza anestesia. È un dolore e una violazione dei propri diritti e del proprio corpo inimmaginabile", ha raccontato su Facebook la ragazza affetta da Sma, costretta in Sardegna insieme ai genitori.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L’amara sorpresa per Anita è arrivata alla fine del volo Ryanair Bari-Cagliari: "La compagnia non ha uno spazio dedicato in stiva, le carrozzine vengono caricate come bagagli, come merce, nessuna attenzione verso una cosa sacra. Risultato arrivo a Cagliari e mi ritrovo con una carrozzina completamente inutilizzabile, sono lontana da casa, non mi posso muovere e la mia carrozzina nuova (aprile 2021) per un banale volo aereo è distrutta", ha spiegato Anita.

Vorrei essere contattata, avere un risarcimento, anche se il danno economico, emotivo e fisico che io e la mia famiglia abbiamo subito è abnorme, quasi inquantificabile. E, soprattutto, mi piacerebbe che Ryanair, come fanno le altre compagnie, imparasse a gestire con dignità le carrozzine delle persone con disabilità", ha concluso la presidente di Famiglie Sma. Anita ha spiegato che riceverà una carrozzina sostitutiva sottolineando però che "se non risolverà il problema sarò costretta a tornare a casa".

GUARDA ANCHE: Massimo Lopez in carrozzina: ho visto le difficoltà dei disabili

GUARDA ANCHE: Ascensore guasto, piccola disabile in difficoltà

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli