Cartabia ringrazia personale Giustizia per lavoro in pandemia

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 gen. (askanews) - La ministra della Giustizia Marta Cartabia ha ringraziato tutto il personale del comparto per aver garantito la continuità del servizio essenziale della giustizia durante la pandemia e ha affermato che i lunghi tempi dei processi non dipendono dai magistrati e dal personale amministrativo, che lavorano "tantissimo", ma dalla scarsità di risorse, di strutture e strumenti che possano rendere la funzione "più fluida possibile".

Intervenendo alla lezione inaugurale del corso di dottorato in Scienze Giuridiche dell'Università di Milano-Bicocca, Cartabia ha affermato che dalla giustizia bisogna attendersi "una parola di verità, un accertamento di responsabilità in tempi ragionevoli. E qui mi preme sottolineare - ha aggiunto - che i continui rinvii non son un atto di accusa nei confronti di nessuno. I giudici lavorano, lavorano tanto, i cancellieri lavorano e il personale amministrativo lavora e lavora tantissimo. Ma il settore della giustizia ha bisogno di risorse, di edifici, di interventi. C'è un problema di aule non attrezzate e il tema è stato aggravato anche dalla pandemia".

La ministra ha quindi voluto ringraziare pubblicamente "tutto il personale del comparto giustizia che ha fatto sforzi importantissimi per non fermare la macchina della giustizia in questi anni, talora anche esponendosi a rischi importanti - ce lo ricordiamo i focolai Covid nel tribunale di Milano che cosa hanno significato soprattutto nei primi mesi del 2020 - C'è un problema di risorse, di attenzione alla concretezza dei bisogni della giustizia. Questo - ha detto - è stato lo sforzo che ha condotto il ministero della Giustizia a intervenire su mille fronti diversi".

Cartabia vede il suo ministero, ha spiegato, "come un'istituzione al servizio della grande funzione giurisdizionale", un'istituzione al servizio affinché la funzione "possa essere svolta nel modo più fluido possibile".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli