Cartello machista in un bar spagnolo, pioggia di critiche sui social

Spagna, cartello sessista invita a non toccare la cameriera

In un bar di Gijon, Spagna, campeggia un cartello sessista, quando invece l’obiettivo primario era quello di chiedere ai clienti di disinfettarsi le mani prima di entrare. Durante la pandemia Coronavirus, al Saurom è Vietato toccare il seno della cameriera senza prima disinfettare le mani”.

Spagna, cartello sessista anti Covid

Le immagini del cartello, di discutibile gusto, hanno letteralmente fatto il giro del modo, diventando virali sui social network. In realtà è stato il locale stesso a pubblicizzare la cosa attraverso le sue pagine ufficiali, a mo’ di campagna contro la diffusione del Covid.

LEGGI ANCHE: In Spagna bisognerà indossare la mascherina fino a fine pandemia

Diverse associazioni giovanili e collettivi femministi locali hanno dimostrato la loro indignazione. “È vergognosa la legittimazione e il riciclo della violenza, delle molestie sessuali sotto forma di battute, oltretutto in un locale molto frequentato dai giovani”, ha detto una portavoce dell’associazione Giovani donne delle Asturie.

“Abbiamo fatto un errore”

Tantissimi utenti si sono schierati contro il cartello incriminato, “denunciandolo” sui social network e commentando aspramente le immagini diffuse dal Bar Saurom. Vista l’entità della protesta e la sua diffusione a macchia d’olio, i proprietari del locale hanno deciso di scusarsi con tutti, attraverso il proprio account Instagram.

“Ieri abbiamo fatto un errore molto machista ed è per questo che vogliamo scusarci”, hanno scritto in un post, aggiungendo che da sempre si battono contro il machismo, la xenofobia e l’omofobia. La trovata del bar sarebbe stata da evitare, anche nel rispetto di chi ci lavora come cameriera e di tutta la clientela femminile.