Cartiere Carrara: una produzione di avanguardia green

·2 minuto per la lettura
featured 1364254
featured 1364254

Roma, 3 giu. (askanews) – Coniugare l’amore per la natura con un’espansione produttiva che le ha portate ad essere ai primissimi posti del settore in Europa: è la vocazione di Cartiere Carrara, azienda fondata nel 1873 che offre prodotti tissue di alta qualità e può vantare l’utilizzo delle più recenti innovazioni tecnologiche nel rispetto dell’ambiente e della comunità. Il claim ‘la carta che pianta alberi’ parla da solo e ha preso corpo in due progetti: kilometroverde Lucca, e Piantagioni policicliche-Forestazione Italiana.

“I progetti vengono abbastanza da lontano, perché abbiamo cominciato ad acquisire i terreni oltre dieci anni fa e, grazie all’intervento di Rete Clima, mediante la quale abbiamo potuto usufruire del protocollo di forestazione italiana, abbiamo implementato sia il kmverde che la foresta policiclica nell’area di Badia Pozzeveri”.

Tra i fiori all’occhiello di Cartiere Carrara, l’utilizzo al 56,8% di energia elettrica e termica autoprodotta da impianti di trigenerazione e impianti fotovoltaici.

“Noi qui abbiamo ingegneri, biologi, abbiamo un team forte e quindi oggi grazie a loro portiamo avanti certi progetti. Se abbiamo ridotto del 50% i consumi di acqua, non è certo una cosa che avviene a caso, né con la volontà e basta”

In questo contesto virtuoso si inseriscono kilometroverde LUCCA, un intervento di forestazione lineare lungo il tratto sud della A11 compreso tra le uscite di Lucca Est e Capannori, con la realizzazione di piantagioni arboree e arbustive su terreni in prossimità degli stabilimenti aziendali oggi spogli e la ricostituzione di un bosco tipico toscano; e il progetto delle piantagioni policicliche che interessa l’area di Badia Pozzeveri, dove verrà realizzato anche un centro di formazione e studio legato alle tematiche della sostenibilità ambientale e alla valorizzazione della filiera bosco-carta.

“Qui vorremmo fare una formazione volta in particolar modo ai giovani, attraverso un’attività didattica, mediante la quale spieghiamo i tipi di essenze e il loro utilizzo. Crediamo sia un buon servizio che facciamo alla comunità”

E il desiderio di incidere positivamente sul territorio è attestata anche dal brand di Cartiere Carrara, Tuscany.

“Con Tuscany abbiamo fin dall’inizio privilegiato immagini bellissime della nostra Regione. Con questo progetto ci piacerà accostare a Tuscany il claim “La carta che pianta alberi” e questo è un concetto molto importante con quanto fatto per il brand Tuscany sin dall’inizio”.