Casa Bianca ammette: dati telefonata Trump messi in sistema... -2-

A24/Pca

New York, 27 set. (askanews) - L'ammissione conferma la credibilità della denuncia presentata da un 'whistleblower', un agente della Cia, maschio (queste sono le uniche informazioni su di lui), che ha segnalato il possibile abuso di potere del presidente, riportando informazioni ricevute da diversi funzionari con conoscenze di prima mano sulla conversazione.

Nella denuncia, il segnalatore ha scritto che alcuni funzionari della Casa Bianca gli avrebbero detto di aver ricevuto l'ordine dagli avvocati del presidente di rimuovere la trascrizione elettronica dai computer, dove le telefonate con gli altri leader vengono usualmente archiviate e messe a disposizione dei membri del gabinetto. Questo significa che "i funzionari della Casa Bianca avevano capito la gravità di quello che emergeva dalla chiamata" ha scritto il 'whistleblower'. La trascrizione è invece stata archiviata in un sistema separato, usato per gestire le informazioni coperte da segreto.