Casa Bianca condanna minacce contro la pornostar Stormy

A24/Spa

New York, 16 mar. (askanews) - La Casa Bianca condanna ogni minaccia contro la pornostar Stormy Daniels, che ha avuto una presunta relazione sessuale con il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Lo ha detto la portavoce Sarah Sanders a commento di quanto riferito dall'avvocato della donna, secondo cui la cliente sarebbe stata "fisicamente minacciata" affinché restasse in silenzio sui suoi rapporti con Trump.

Michael Avenatti, il legale della pornostar, non ha però spiegato cosa sia successo; non è chiaro nemmeno se le minacce risalgano a un periodo precedente o successivo alla firma dell'accordo di riservatezza con l'avvocato del presidente, Michael Cohen. La donna, il cui vero nome è Stephanie Clifford, ha ricevuto 130.000 dollari da Cohen per restare in silenzio, poco prima delle elezioni.

Daniels si è rivolta a un tribunale della California per ottenere l'annullamento dell'accordo, dopo che Cohen ne aveva parlato pubblicamente, e si è detta pronta a restituire i 130.000 dollari, pur di poter parlare liberamente della presunta relazione, risalente al 2006, quando Trump era già sposato con Melania.

La pornostar ha registrato un'intervista con il programma '60 Minutes' della Cbs, che la tv vorrebbe mandare in onda il 25 marzo.